Lombardia

  • 10 cose da vedere a Mantova, what a wonderful world

    Un libro inebriante, magnifico album di viaggio dove ci si immedesima in questa città dall’ordine perfetto, dal passato straordinario che si vuole far rivivere nel presente. Con la prefazione di Nadia Santini, vari autori fra cui molti mantovani raccontano di spazi e dimensioni che ogni viaggiatore potrà esplorare personalmente. Un libro da leggere, da guardare per capire arte, cultura, natura, sport, cinema, musica e teatro dove Mantova ci appare come un punto lucente nel bel panorama d’Italia. Un racconto insolito e magnifico che si guarda come una sequenza di variazioni e di emozioni.

  • Alla corte del Capitano Generale

    Sono numerosi i castelli di origine medievale presenti nella provincia di Bergamo, territorio di confine tra le aree di influenza milanese e veneziana e quindi naturale oggetto delle mire espansionistiche di entrambe queste potenze. Alcuni sono integrati nel tessuto urbanistico del paese o della cittadina in cui si trovano, altri sorgono isolati, a guardia magari di una vallata o in mezzo alla campagna. È questo il caso di uno dei più notevoli, quello che sorge nel piccolo borgo di Malpaga presso Cavernago, nel mezzo dell'alta pianura bergamasca...

  • Alpine Pearls: l’elogio della lentezza nell’era della frenesia

    Micromondi perfetti disegnati nei confini di terre di montagna, sono un intreccio di fughe in avanti e di sguardi all’indietro, di passato e di prospettive per il domani, di sogni ormai realizzati e di sogni che attendono il risveglio. Le ore serali sono le più belle, quando il sole raccoglie le sue ultime forze per far risplendere le rocce che si stagliano nel cielo e nelle loro valli, che già giacciono in ombra, le luci si accendono maso dopo maso. Ai turisti di città, il paesaggio e la vita delle località di “Alpine Pearls", immerse in contesti naturali da sogno...

  • From these hands: a journey along the coffee trail

    FROM THESE HANDS: A JOURNEY ALONG THE COFFEE TRAIL è il titolo della mostra dedicata al fotografo Steve McCurry che sarà allestita a Milano dal 5 giugno al 5 luglio 2015, nella Sala Colonne del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. Al centro della mostra, 62 scatti realizzati da McCurry in 12 diversi Paesi: Brasile, Burma, Colombia, Etiopia, Honduras, India, Indonesia, Perù, Sri Lanka, Tanzania, Vietnam, Yemen. L’allestimento di Fabio Novembre è studiato per accompagnare il pubblico...

  • Il Cantiere del ’900 in Piazza della Scala

    Il Palazzo della Banca Commerciale Italiana che affaccia su piazza della Scala, parte integrante di una struttura urbana e architettonica che lo lega al Teatro alla Scala, su di un lato, e a Palazzo Marino dall’altro, è da alcuni anni sede di un progetto aperto, volto a presentare le collezioni del Novecento di Intesa Sanpaolo e a divenire un luogo espositivo e uno spazio di dialogo con la città. Nei luminosi ambienti al piano terra del palazzo di inizio Novecento – sapientemente rivisitati dall’architetto Michele De Lucchi...

  • Il Simbolismo. Dalla Belle Époque alla Grande Guerra

    Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla Grande Guerra è una grande mostra che si inserisce in un preciso programma che Palazzo Reale dedica all’arte tra fine Ottocento e inizio Novecento e che ha già visto l’inaugurazione di Alfons Mucha e le atmosfere art nouveau (fino al 20 marzo 2016). Promossa dal Comune di Milano-Cultura e prodotta da Palazzo Reale, 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e Arthemisia Group, la mostra è a cura di Fernando Mazzocca e Claudia Zevi in collaborazione con Michel Draguet.

  • L’estremo oriente lombardo in treno

    La Lombardia non finisce a Mantova. Oltre la piccola capitale dei Gonzaga si prolunga una striscia di terra sempre più stretta che, incuneandosi tra il Veneto e l’Emilia, giunge quasi a sfiorare Ferrara. È questo l’Oltrepò Mantovano, dal momento che, per la gran parte, si sviluppa a sud del grande fiume. Siamo nell’estremo oriente lombardo, a quasi 200 chilometri dal Pirellone. Ma noi ci accontentiamo più saggiamente di partire da Mantova, prendendo un convoglio Trenitalia diretto a Modena. Oltrepassato il Po dalle parti di Borgoforte, possiamo far sosta a Suzzara, grosso centro agricolo della Bassa...

  • La lunga strada di sabbia – Comizi d’amore

    Martedì 29 settembre alle 18.30 inaugura a Milano, presso le sale di Forma Meravigli, la mostra “La vera Italia? Due inchieste di Pier Paolo Pasolini. La lunga strada di sabbia – Comizi d’amore”. A cura di Alessandra Mauro, la mostra è prodotta da Forma in collaborazione con la Cineteca di Bologna. Nell’anno che segna i quarant’anni dalla scomparsa di Pier Paolo Pasolini, Forma Meravigli celebra la sua memoria con una mostra sulle grandi inchieste realizzate da Pasolini alla scoperta di un paese...

  • Lago d’Iseo, verso una terra libera e serena

    Per un itinerario che parta da Brescia, passando da Iseo per Sarnico e Lovere si consiglia di diversificare i mezzi di trasporto (treno + bici) date le possibili frequenti soste e i tracciati tortuosi che consentono di raggiungere i borghi in modo lento e meditato, più favorevole a raccogliere elementi del paesaggio. Con le Ferrovie del Basso Sebino da Brescia a Rovato viaggiano convogli diesel in servizio ordinario validi tutti i giorni dal 23 marzo al 21 settembre. Il viaggio in treno include l’uscita in battello...

  • Land Inc., la seconda mostra di Hungry Eyes

    Land Inc. è un viaggio attraverso il Brasile, Dubai, Etiopia, Indonesia, Madagascar Filippine e Ucraina per documentare ciò che alcuni definiscono una forma di neocolonialismo, e altri ritengono invece una possibilità di sviluppo: il land grabbing e i crescenti investimenti nell'agricoltura di stampo industriale. Nel 2009 siamo venuti a conoscenza dell'impatto che la crisi alimentare dell'anno precedente ha avuto sui cambiamenti nelle strategie di investimento di governi e investitori privati.

  • Lonato in Festival

    Stupire, meravigliare, divertire: decine e decine di artisti di strada e di circo, acrobati, giocolieri, musicisti e gruppi etnici provenienti da più parti del mondo daranno vita dal 6 al 9 agosto “Lonato in Festival- Artisti di Strada e Incanti dal Mondo”, fra le più coinvolgenti rassegne di arte di strada e di circo in Italia, anche grazie allo straordinario fascino della location che lo ospita. Dal fare della sera al cuore della notte - in un crescendo di musiche e performance per grandi e piccoli – creeranno un mondo di meraviglie in un castello da favola...

  • Mercatini e prime nevi nelle Perle delle Alpi

    Nel periodo prenatalizio le valli e i paesi dell'arco alpino si imbiancano e spalancano le porte a un turismo invernale fatto di sci ma anche di passeggiate, relax e buona cucina. L'atmosfera magica del mese di dicembre si riflette nelle decorazioni e nei profumi che preparano le feste, con i tipici e colorati mercatini dove apprezzare le piccole meraviglie dell'artigianato locale gustando una tazza di bollente vin brulé. Anche quest'anno le Perle Alpine - network internazionale...

  • Nomachi, le vie dell'anima

    Kazuyoshi Nomachi è uno dei più grandi fotografi giapponesi. È sempre stato un fotografo documentarista e ha dedicato tutta la sua vita al tema “della preghiera e della ricerca del sacro”. Per oltre 40 anni, sin dal suo primo viaggio nel Sahara, quando aveva venticinque anni, ha rivolto la sua attenzione alle più diverse culture del mondo che sono espressione dei popoli che vivono nelle terre più difficili e aspre, affascinato dai grandi spazi e dalla forza di quelle genti.
    Nomachi Le vie dell’anima è la più grande mostra antologica dell’artista.

  • Oratorio Suardi a Trescore Balneario

    La Chiesa della Villa Suardi si trovava, sino al XIX secolo, proprio a lato della strada che metteva in comunicazione Bergamo e la pianura con le Valli del nord. La sistemazione attuale del parco, della Villa e della Chiesa risale al XIX secolo: è il conte Gianforte Suardi a voler realizzare il corridoio aperto di collegamento tra la Chiesa e la Villa, insieme alle aggiunte in cotto sopra la pietra a vista originale, la costruzione del campanile e della piccola Sacrestia. Nel 1524 Lorenzo Lotto ricevette dal conte Suardi...

  • Pedalando con le fat bike ad Arnoga in Val Viola

    Siamo nel territorio della Valdidentro, località che fa parte della Cooperazione internazionale di turismo attivo e sostenibile Alpine Pearls, dove si può pedalare anche in caso di neve con la fat bike, pensata per scoprire luoghi che con la normale mountain bike non si potrebbero mai raggiungere: la sezione maggiorata dello pneumatico consente infatti un’aderenza assoluta e la bassa pressione permette una maggiore stabilità su tutti i terreni off road e nello specifico consente di galleggiare su superfici anche molto morbide come la neve.

  • Una piccola meraviglia in Brianza

    Quella della Brianza è una vocazione turistica difficile, sicuramente incompiuta e incerta, e la questione è spesso dibattuta. Il territorio è molto antropizzato e la cementificazione in diverse aree è serrata. Capannoni industriali e centri commerciali proliferano, e il consumo del suolo, che in certi contesti è veramente molto intenso, segue logiche e volontà spesso lontane da quelle della preservazione o anche semplicemente dell'estetica, come se l'attenzione all'ambiente in cui si vive non fosse esso stesso un valore da difendere o una priorità da perseguire.

  • Valdidentro

    Racchiuso dal confine svizzero, alle porte del Parco Nazionale dello Stelvio. Circondato da montagne alte e selvagge si sviluppa Valdidentro, centro turistico situato tra Bormio e Livigno con una grande offerta per gli amanti delle camminate, della bici e della corsa in montagna. Quest’ultima attività la racconta Marco De Gasperi, cinque volte campione mondiale di corsa in montagna e portabandiera della Valtellina sportiva. Si trova qui per un allenamento in vista delle gare che dovrà affrontare in Slovenia e, nel frattempo, racconta che qui (e nei comuni limitrofi) dal 24 al 26 giugno si svolgeranno tre giorni...

  • Visita alle Fornaci Romane di Lonato del Garda

    Archeologia, che passione! Soprattutto quando fa scoprire, oltre ai grandi monumenti del passato, anche momenti di vita quotidiana e le pietre, riportate alla luce dagli scavi, raccontano lavoro, vita, abitudini non solo dei potenti, ma anche degli umili, della gente comune. È il caso delle Fornaci Romane di Lonato del Garda (Bs), importate sito produttivo di età romana la cui scoperta risale al 1985 quando, in seguito a lavori per la costruzione di una stazione di trasformazione elettrica, fu rinvenuto casualmente...

Viaggiatori su Instagram

Video: Vimercate

Cerca nel sito

Booking.com


Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Viaggiatori.com non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.