Mercoledì, 30 Novembre 2016 12:58

Amatrice vive

Amatrice, città dell'Amatrice come recita il gonfalone, era, e nuovamente sarà, un tranquillo borgo, appartato nel cuore di una zona tanto incantevole quanto remota, un lembo di Lazio incuneato tra Umbria, Marche e Abruzzo. Un luogo periferico, quantomeno geograficamente. Perché invece questa cittadina dal compatto impianto urbanistico, è patrimonio essenziale ed elemento centrale e insostituibile di identità collettiva...

Pubblicato in Il museo diffuso
Mercoledì, 30 Novembre 2016 11:21

Maniago, paesaggi luminosi come lame di coltello

I ghiacci e la neve che ricoprono le vette delle Dolomiti Friulane, si sciolgono in rivoli e torrenti che vanno a confluire nel Cellina e nel Meduna disegnando un territorio dove l’acqua scorre silenziosa e nascosta, per poi riemergere in pozze e rigagnoli fra i greti bianchi di queste terre magre. Una vita dura e inospitale fra i sassi e l’acqua ha spinto le genti del luogo, forti e laboriose a industriarsi con i mestieri artigianali...

Giovedì, 03 Novembre 2016 12:13

Norcia, vetusta Nursia

I paesi del terremoto. Per ricordare come erano e come dovranno tornare ad essere. La prima parte è dedicata a Norcia.
Norcia è stata più volte devastata dai terremoti e più volte ricostruita, eppure ha sempre mantenuto un aspetto ordinato, un tessuto urbano che, nel centro storico racchiuso dalle mura medievali, è sempre apparso coerente, e nel quale gli edifici di rilievo architettonico...

Pubblicato in Il museo diffuso
Giovedì, 03 Novembre 2016 12:00

Il tessuto lacerato

Gli Appennini centrali sono il nostro cuore, uno dei luoghi dove la bellezza è nella vita quotidiana e nel modo di essere della gente. Ma la civiltà del bello di queste zone è anche parte dell'identità e della storia di tutti gli italiani, una delle ragioni per cui siamo quello che siamo.
Le devastazioni del terremoto ci sconvolgono per la sofferenza che infliggono alle persone e ai territori, e per le lacerazioni al tessuto...

Pubblicato in Il museo diffuso

La soffice nebbia che s’infiltra fra i canneti e sale dalle immobili acque, in un silenzio ovattato interrotto dal grido delle garzette e dal volo degli aironi, crea un’atmosfera fatata che avvolge il Parco del Delta del Po. Percorrendo le numerose vie d’acqua che s’intersecano fra lagune e isolotti, si può assaporare e scoprire da dentro un territorio caratterizzato da ambienti diversi. Barene, Bonelli e Golene formano gli isolotti sabbiosi che emergono...

Martedì, 12 Maggio 2015 17:44

La Mano Madre, luogo di intense emozioni

Abbiamo visitato la spa dell'Hotel Villa Ricci: un luogo di emozioni ottimo centro di terapie olistiche, quelle vie, antiche e moderne, che hanno per fine il benessere dell'individuo visto nella sua globalità. Un tempio dove attingere alla sorgente del benessere che è dentro ognuno di noi, riscoprendo la bellezza come armonia e salute, equilibro fra corpo, mente e spirito. Il progetto nasce con il nome avvolgente di Mano Madre...

Pubblicato in Salus per aquam

Alle pendici del Monte Amiata, cinque sorgenti calde alimentano le terme; vapori fumanti, odori sulfurei e una piscina che affiora nel verde. Poi una cascata di roccia bianca, tanti platani millenari e la distesa della Val d'Orcia che si perde fino all'orizzonte fra escursioni su percorsi incantati, sospesi fra le acque e la macchia. Nella strada che conduce a Campiglia d'Orcia merita una visita l'eremo di S. Filippo Benizi, santo al quale la leggenda attribuisce lo sgorgare delle preziose acque termali e che condusse qui, nel XIII secolo, un'esistenza da eremita.

Pubblicato in Salus per aquam

A Chianciano Terme, il concetto di vacanza racchiude una esperienza totale, favorita in questo dalle tante peculiarità di un territorio dove le Terme, il paesaggio, la tradizione, l’enogastronomia e la cultura, costituiscono un ineguagliabile valore aggiunto. Tutto attorno, nel raggio di pochi chilometri, un contorno di borghi e città famosi nel mondo, fanno scoprire quanto di più bello e di più buono appartiene a questi luoghi...

Pubblicato in Salus per aquam
Venerdì, 20 Marzo 2015 19:49

Auto d’epoca che passione!

Le sfavillanti signore d’antan si mostrano in tutta la loro elegante bellezza per catturare lo sguardo affascinato degli uomini appassionati d’auto d’epoca. Difficile resistere alla sinuosità delle linee, allo slancio delle carrozzerie e alle brillanti cromature; desiderare di viaggiare al loro volante diventa subito un sogno da realizzare. Per questo i musei che racchiudono tali gioielli destano tanto interesse.

Viaggiatori su Instagram

Video: Hangar Bicocca

Cerca nel sito



Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Viaggiatori.com non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.