Nuova impresa in solitaria di Gian Luca Gasca, che nell'estate del 2015 aveva attraversato le Alpi da est a ovest.

Gian Luca Gasca

20 giorni per attraversare in inverno, in solitudine ed in completa autonomia le Highlands scozzesi. Un ambiente dai panorami spettacolari ma estremamente desolato. Una delle aree più scarsamente popolate di Gran Bretagna. Un ambiente già difficile nel periodo estivo e reso estremo dal clima invernale, periodo in cui si registra il numero massimo di tempeste e bufere caratterizzate da vento e, nell’entroterra, da forti nevicate. Un ambiente in cui quasi nessuno vi si è avventurato in solitaria.
Durante l’estate 2015 Gian Luca Gasca ha attraversato in solitaria le Alpi in 54 giorni, un viaggio alla ricerca della storia e della cultura alpina. Un viaggio che è stato raccontato sui social, in un territorio che «ha dimostrato che si può trovare una solitudine estrema anche in un ambiente così fortemente antropizzato come le Alpi».

Perché attraversare le Highlands scozzesi in inverno?
Mi sono interessato alle Highlands durante l’autunno, inizialmente cercavo un ambiente, un luogo in cui andare in vacanza. Poi, è iniziata ad insinuarsi in me la voglia di realizzare un viaggio come si faceva un tempo: niente internet, niente GPS. Solo bussola e carta per orientarmi. Osservando le Highlands ho notato che non c’è ambiente migliore di quello per realizzare un viaggio di questo tipo. La popolazione sfiora i 5 milioni in un territorio di 78000kmq e sono distribuiti prevalentemente sulla costa. L’entroterra è desolato e vuoto.
Perché in solitudine?
Come per le Alpi anche qui ho scelto di andare da solo. Sono un amante della solitudine e quando rientro da queste esperienze ho tutto un altro rapporto con il mondo e con me stesso. È una sensazione difficile da spiegare ma quando sono da solo su una cima o “in mezzo al nulla” tutto cambia nel mio approccio alla vita.
Quale percorso hai scelto e quanto tempo pensi di impiegare?
“Per ora posso unicamente dire che la mia traversata comincerà da Glasgow e terminerà a Cape Wrath, l’estremo lembo nord della Scozia. Oltre non si può andare. Passerò nell’entroterra per la maggior del mio percorso.Non seguirò sentieri se non in piccoli tratti nella parte sud della regione, sarà un percorso wild che attraverserà il territorio primitivi delle Highlands. Per quanto riguarda i tempi invece conto di stare nei 20-25 giorni.
Come vivrai questa esperienza?
Non essendo interessato ai primati non la vivrò unicamente come una mera attività sportiva in un ambiente difficile ma cercherò, come ho già fatto sulle Alpi, di avvicinarmi e capire qualcosa in più sul luogo in cui mi trovo. Trovo che queste esperienze che sicuramente lasciano un grande segno a livello caratteriale debbano essere anche un momento di ricerca culturale. Attraversare le highlands mi permette di seguire percorsi lontani da quelli del turismo di massa e di scoprire il vero territorio sotto molteplici aspetti. Ovviamente non posso pensare di realizzare un lavoro come quello svolto sulle Alpi. Cercherò però, nei limiti del possibile, di carpire qualcosa in più da quell’ambiente affascinante dal punto di vista naturalistico e così ricco di leggende.
Come ti potremo seguire?
In nessun modo. Non avrò con me ne GPS, ne telefoni satellitari. Sarà quindi impossibile conoscere la mia posizione. Sui social saranno però pubblicate delle info grafiche che racconteranno qualcosa sulle Highlands e manterranno viva l’attenzione sul viaggio. Al mio rientro invece racconterò attraverso foto, video e testi la mia esperienza, la mia traversata solitaria ed invernale delle Highlands scozzesi.

https://montagnedigitali.wordpress.com/2016/01/12/nessuna-diretta/

Viaggiatori su Instagram

Video: Hangar Bicocca

Cerca nel sito



Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Viaggiatori.com non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.