20 anni di esplorazioni in zone remote del mondo. Un nuovo volume raccoglie le esperienze di viaggio dello scrittore e del regista attraverso testi e immagini di grande intensità.

Andando altrove

Questo libro sorprendente fa risorgere dal passato un tesoro sconosciuto. Il grande scrittore Alberto Moravia (1907 – 1990) e il regista Andrea Andermann sono stati compagni di viaggio durante oltre venti anni nelle regioni più remote di Mongolia, Yemen e Africa. I testi, persino delle poesie, dell’uno e le bellissime immagini dell’altro riemergono ora, in una preziosa impaginazione, e compongono una sinfonia dell’intelligenza e della bellezza, come il più seducente invito a sognare l’altrove.

Anni di esplorazioni nelle parti meno note del mondo. Perché? Glielo chiede il regista suo abituale compagno di viaggio (fra il 1968 e il 1990) incalzandolo con citazioni letterarie: Goethe, Pascal, Baudelaire, Rimbaud, Stendhal, Conrad, Calvino ed altri, per accendere il loro immaginario per precisare la loro idea del viaggio. Voglia di fuggire oppure di ritrovarsi? Mal d’Africa come avventura o come libertà dalla storia? Voglia di incantamento o di conoscenza? Partire è un po’ guarire? Ritornare è un po’ morire?
Forse l’andare senza tregua ferma il tempo o lo prolunga all’infinito.

Alberto Moravia, Andrea Andermann - Andando altrove
Bompiani, 2016 - 496 pagine - € 60,00

Viaggiatori su Instagram

Video: Hangar Bicocca

Cerca nel sito



Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Viaggiatori.com non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.