Mentre soffiano venti di guerra, è forse ancora necessario cercare spazi di pace…

Non è forse questa la promessa del giardino? Non è questa la speranza più segreta dell’uomo?
Tornare alla terra, fare di nuovo corpo con essa, e parlare finalmente la sua lingua…
no, essere la sua lingua.
Una nota fra le altre in questa musica senza inizio né fine.
Giardini in tempo di guerra

IL LIBRO

Nel 1992, quando scoppia la guerra in Bosnia, Teodor Cerić, studente di Lettere e poeta, lascia Sarajevo: per sette anni, cerca rifugio sulle strade d’Europa, lavorando dove capita e visitando giardini, spesso sconosciuti, marginali, nati dai sogni e dai desideri più intimi dei loro creatori. Durante questa lunga erranza, elaborerà un pensiero sul giardino fondato su una concezione romantica della natura che sorge dalla visita di questi luoghi di cui Cerić coglie la dimensione poetica ed esistenziale, e soprattutto la capacità di sfuggire al disastro della Storia, alla perversione della civiltà. Dal giardino-cimitero di Derek Jarman passando per il voluttuoso Monte Caprino nascosto tra i colli di Roma, Cerić è la guida di un’escursione letteraria e bucolica, sognante e metaforica, alla ricerca di un rifugio – il giardino – in cui il mondo diventi finalmente abitabile.

L’AUTORE

Teodor Cerić, poeta e critico letterario, ha pubblicato una raccolta di poesie, Solo il poetico può uccidere la poesia (Aporija, 2003), dopo la quale si è consacrato a un’unica opera, il suo giardino.
Marco Martella, dopo aver rivestito i panni di Jorn de Précy nel fortunatissimo E il giardino creò l’uomo (Ponte alle Grazie 2012), si cala ora nel personaggio di Teodor Cerić. Ha scritto numerose pubblicazioni sull’arte e sulla storia dei giardini e dirige la rivista Jardins a Parigi, dove vive da molti anni.

Teodor Cerić
Giardini in tempo di guerra
Il giardino è il rifugio dell’uomo, il suo santuario
a cura di Marco Martella
Ponte alle Grazie pp. 126 – euro 12.00.

Viaggiatori su Instagram

Video: Hangar Bicocca

Cerca nel sito



Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Viaggiatori.com non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.